Diritti reali su cosa altrui

Diritti reali su cosa altrui: usufrutto, uso e abitazione, enfiteusi...

Diritti reali di godimento e di garanzia

I diritti reali su cosa altrui consistono nella possibilità che la legge offre a ciascuno di noi di utilizzare un bene appartenente ad un'altra persona un po' come se ne fossimo i proprietari, ma con poteri limitati che dipendono dal tipo di diritto che ci è stato concesso.
Vengono chiamati "reali" in quanto appartengono alla categoria dei diritti reali.

Cosa sono i diritti reali? Si tratta di quei diritti che possiamo esercitare nei confronti delle cose, ovvero dei beni mobili o immobili nostri oppure di proprietà altrui.

Quali sono i diritti reali? Nel nostro ordinamento si distinguono due macro-categorie di diritti reali:

Le caratteristiche dei diritti reali su cosa altrui variano in base al tipo di diritto concesso. Questi diritti, infatti, si distinguono a loro volta in due ulteriori categorie: diritti reali di godimento e diritti reali di garanzia.

I diritti reali di godimento ci offrono la possibilità di godere del bene appartenente ad un'altra persona come se fosse nostro, esercitando, quindi, sullo stesso uno o più poteri, ma rispettando specifici obblighi.
Questo tipo di diritti limita contemporaneamente i poteri del proprietario stesso del bene: non potrà, infatti, godere pienamente e liberamente di quella sua proprietà fino a quando durerà il diritto di godimento che è stato concesso.
I diritti reali di godimento sono: diritto di usufrutto, diritto di uso e abitazione, diritto di enfiteusi, diritto di servitù, diritto di superficie.

I diritti reali di garanzia sono, invece, vincoli imposti su di un bene come garanzia di un credito: servono, cioè, per offrire la possibilità di recuperare in qualche modo un credito che abbiamo concesso a qualcuno rifacendoci su un suo bene. Se per esempio Marco non salda un debito che ha con me per via del quale è stata offerta come garanzia la sua automobile, io potrò chiedere che quel mezzo venga venduto all'asta, in modo tale da rifarmi sul ricavato della vendita.
I diritti reali di garanzia sono pegno ed ipoteca.

Vediamo, dunque, nel dettaglio le caratteristiche principali di ogni singolo diritto reale su cosa altrui:

Diritti reali su cosa altrui: Elenco Avvocati e Studi Legali
Locazioni: sfratto per necessità
Il locatore può non rinnovare il contratto di affitto, dando almeno 6 mesi di preavviso all’inquilino, solo se sussistono particolari condizioni. Ad es. se vuole destinare l’immobile a uso abitativo o professionale a se stesso, al coniuge, o ai figli o dei parenti entro il 2° grado.
Affitto e Locazione: differenze
Nonostante si usino come sinonimi, per la legge sono diversi. Entrambi consistono nella cessione d’uso a terzi di beni mobili e immobili previo compenso. L’affitto riguarda beni "produttivi" (es. terreni coltivabili, bar); la locazione, invece, beni non produttivi (es. casa).
Acquisto Proprietà: accessione
L’accessione prevede che il proprietario di un terreno diventi altresì proprietario di ciò che cresce sopra o sotto lo stesso, ed anche di ciò che vi viene costruito (con debite specifiche di legge).
Proprietà: azioni petitorie
Le azioni petitorie sono operazioni legali che possiamo agire a difesa del nostro diritto di proprietà quando è minacciato da qualcosa (es. conflitti per i confini). Il Codice Civile prevede 4 azioni petitorie: rivendicatoria; negatoria; di regolamento di confini; di apposizione di termini.
Locatore e locatario: chi sono?
In tema di affitto di immobili (contratto di locazione) i soggetti coinvolti sono due: il locatore (cioè colui che dà in affitto) e il locatario (anche detto conduttore della locazione, ossia colui che prende in affitto, quindi l’inquilino).
Rendi visibile il tuo Studio Legale in Internet
e ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)