Avvocato Diritto Industriale

Avvocato diritto industriale, proprietà intellettuale e concorrenza

Avvocato Diritto Industriale: definizione e descrizione

Il Diritto Industriale è una disciplina strettamente collegata al Diritto Commerciale, al punto da rendere difficile riuscire ad individuare con precisione un confine netto tra le due cose. Anche questo ramo del diritto, infatti, raccoglie una serie di norme sorte in Italia al fine di regolamentare la vita delle imprese, gestire nel miglior modo possibile i rapporti giuridici che possono instaurare, difenderle da tutto ciò che può mettere in pericolo la loro stessa sopravvivenza.

Il Diritto Industriale punta l'attenzione in modo particolare su due argomenti importantissimi in ambito industriale: la Proprietà Intellettuale e la Concorrenza.

La Proprietà Intellettuale tutela le opere dell'ingegno, ovvero idee, invenzioni, creazioni frutto della mente umana.
Viene normalmente suddivisa in due ulteriori categorie:

La Concorrenza raccoglie tutte le leggi previste dal nostro ordinamento al fine di evitare che un'impresa possa prevalere su altre simili e dominare il mercato di riferimento attraverso l'adozione di comportamenti scorretti che danneggiano le sue rivali.

Avvocato Diritto Industriale: l'avvocato che si occupa di Diritto Industriale segue il cliente ad esempio quando è necessario sbrigare le varie pratiche burocratiche obbligatorie per il deposito di un brevetto o la registrazione di un marchio.
La sua assistenza risulta particolarmente efficace ed importante per affrontare controversie di natura legale nate in situazioni in cui un imprenditore è vittima (o, al contrario, si è reso artefice) di episodi di concorrenza sleale, fenomeni di contraffazione, violazione del Diritto d'Autore, ecc.

Avvocato Diritto Industriale: Elenco Avvocati e Studi Legali
Reato di contravvenzione: cos’è
La contravvenzione è la violazione, anche involontaria e senza lesione, di un diritto altrui, di una norma o di un divieto di legge. È punita con arresto e/o ammenda. Es.: rifiuto di fornire i documenti a un pubblico ufficiale, disturbo della quiete pubblica, ubriachezza, ecc.
Reato doloso: cos’è
Il reato è doloso quando chi lo commette lo fa con intenzione, con volontà, anche se fa di tutto per “mascherare” la propria responsabilità. Ad esempio sparo a una persona con l’intenzione di ferirla o ucciderla ma “sostengo” che il colpo è partito per caso (accidentalmente).
Difensore d’Ufficio: chi è
Nel procedimento penale è l’avvocato nominato dallo Stato per l’indagato/imputato che non abbia ancora nominato il proprio difensore di fiducia o che ne sia rimasto privo. Le spese legali sono a carico dell’indagato. L’Avvocato deve essere iscritto nel registro dei difensori d’ufficio.
Rinvio a giudizio
È la richiesta che il Pubblico Ministero formula al Giudice, a conclusione delle indagini preliminari, perché l’indagato sia portato a processo (in cui sarà l’imputato), in quanto ha raccolto a suo carico elementi sufficienti a sostenere l’accusa.
Multa e Ammenda: differenza
Sono entrambe pene pecuniarie, cioè consistono nel pagamento di una somma di denaro. La multa è la pena per i reati più gravi (delitti); l’importo varia da 50,00 a 50.000 €. L’ammenda, invece, è prevista per i reati minori (contravvenzioni) e l’importo va da 20,00 a 10.000 €.
Rendi visibile il tuo Studio Legale in Internet
e ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)