Avvocato Diritto Industriale

Avvocato diritto industriale, proprietà intellettuale e concorrenza

Avvocato Diritto Industriale: definizione e descrizione

Il Diritto Industriale è una disciplina strettamente collegata al Diritto Commerciale, al punto da rendere difficile riuscire ad individuare con precisione un confine netto tra le due cose. Anche questo ramo del diritto, infatti, raccoglie una serie di norme sorte in Italia al fine di regolamentare la vita delle imprese, gestire nel miglior modo possibile i rapporti giuridici che possono instaurare, difenderle da tutto ciò che può mettere in pericolo la loro stessa sopravvivenza.

Il Diritto Industriale punta l'attenzione in modo particolare su due argomenti importantissimi in ambito industriale: la Proprietà Intellettuale e la Concorrenza.

La Proprietà Intellettuale tutela le opere dell'ingegno, ovvero idee, invenzioni, creazioni frutto della mente umana.
Viene normalmente suddivisa in due ulteriori categorie:

La Concorrenza raccoglie tutte le leggi previste dal nostro ordinamento al fine di evitare che un'impresa possa prevalere su altre simili e dominare il mercato di riferimento attraverso l'adozione di comportamenti scorretti che danneggiano le sue rivali.

Avvocato Diritto Industriale: l'avvocato che si occupa di Diritto Industriale segue il cliente ad esempio quando è necessario sbrigare le varie pratiche burocratiche obbligatorie per il deposito di un brevetto o la registrazione di un marchio.
La sua assistenza risulta particolarmente efficace ed importante per affrontare controversie di natura legale nate in situazioni in cui un imprenditore è vittima (o, al contrario, si è reso artefice) di episodi di concorrenza sleale, fenomeni di contraffazione, violazione del Diritto d'Autore, ecc.

Avvocato Diritto Industriale: Elenco Avvocati e Studi Legali
Giudice Popolare: i requisiti
Per diventare giudice popolare occorre: la cittadinanza italiana; godere dei diritti civili e politici; una buona condotta morale; un’età tra i 30 e i 65 anni; la licenza media inferiore (per Corte d’Assise); la licenza media superiore (per Corte d’Assise d’Appello).
Tassa: cos’è
È un tributo che il cittadino versa allo Stato in cambio di un servizio erogato dallo stesso e di cui beneficia. Ad esempio: tassa sui rifiuti; tasse scolastiche; tasse di occupazione del suolo pubblico (attività commerciali e ricettive); tassa automobilistica (bollo), ecc.
Furto: che cos’è
È un reato contro il patrimonio. Consiste nella sottrazione o impossessamento di un bene altrui (auto, gioielli, ecc.). Se durante di furto il ladro commette violenza ai danni del derubato, il reato diventa quello di rapina.
Reato di delitto: cos’è
Il delitto è una grave violazione (dolosa o colposa) di una norma che comporta pericolo o danno per l’integrità fisica di qualcuno o lede interessi e diritti protetti dalla legge. È punito con ergastolo, reclusione e multa. Es. di delitto: violenza sessuale, omicidio, rapina, corruzione, ecc.
Ergastolo: cos’è
È la più severa pena detentiva prevista dal nostro ordinamento giuridico. Si tratta della restrizione perpetua della libertà personale, tramite la reclusione a vita (da 26 a 30 anni). Viene inflitta per reati particolarmente gravi: strage dolosa, omicidio volontario, attentati contro lo Stato, ecc.
Rendi visibile il tuo Studio Legale in Internet
e ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)