Avvocato Amministrativista

L'Avvocato Amministrativista: procedimento e processo amministrativo nel diritto

Il Diritto Amministrativo (Avvocato Amministrativista)

Il Diritto Amministrativo è un ramo del Diritto Pubblico che regolamenta la Pubblica Amministrazione: raccoglie, quindi, le norme che servono per l'organizzazione e le attività compiute da quegli enti che hanno come funzione principale quella di soddisfare gli interessi della collettività (come Comuni, Province, Regioni, ecc.) e gestisce i rapporti che queste realtà intrattengono con gli stessi cittadini.

Avvocato Amministrativista: l'Avvocato che si occupa di Diritto Amministrativo assiste, rappresenta e/o difende il suo cliente quando si verifica un conflitto o sorge un problema in cui in qualche modo rientra la stessa Pubblica Amministrazione.
Se ad esempio una persona si vede negato dal Comune della città in cui risiede il permesso di costruire un edificio su un terreno privato, può rivolgersi ad un avvocato specializzato in Diritto Amministrativo per opporsi a quella decisione che reputa ingiusta.

Il Procedimento Amministrativo è il percorso che una Pubblica Amministrazione segue per dar vita ad un "provvedimento amministrativo", cioè ad un atto finale che rappresenta la sua decisione su un particolare argomento.
Si tratta, quindi, di quelle fasi decisionali che portano per esempio a concedere o meno un'autorizzazione, una licenza, una concessione edilizia, ecc.

Il Processo Amministrativo, invece, è quello che viene realizzato davanti ad "organi di giurisdizione amministrativa", cioè a particolari organismi che hanno il compito di prendere decisioni in caso di controversie.
Tra questi, i più conosciuti sono sicuramente i T.A.R. (Tribunali Amministrativi Regionali) ai quali si è soliti rivolgersi quando si ha intenzione di opporsi ad un provvedimento amministrativo oppure presentare ricorso contro un evento particolare, ad esempio contro gli esiti di un concorso pubblico che si sospetta sia avvenuto in modo scorretto.


Vedi anche:

Avvocato Amministrativista: Elenco Avvocati e Studi Legali
Chi è il Magistrato onorario?
Il Magistrato o Giudice onorario svolge le funzioni tipiche del giudice in un arco di tempo limitato, senza retribuzione, ma percependo un’indennità per l’attività svolta. Accede a tale ruolo in quanto nominato tramite elezione e non tramite concorso pubblico (art. 106 Costituzione).
Processo Civile: convenuto
Il convenuto, nel processo civile, è la parte (persona fisica o giuridica) contro cui l’attore ha intentato la causa. Es: in una causa per risarcimento danni a seguito di un incidente stradale, il convenuto è la parte che ha causato l’incidente a cui la vittima (attore) ha fatto causa.
Denuncia e querela: differenze
La denuncia può essere presentata da chiunque sia a conoscenza che un reato è stato commesso, anche se non compiuto contro il denunciante.

La querela, invece, è la dichiarazione fatta direttamente da chi ha subito un reato (vittima o persona offesa).
Truffa: che cos’è
È un reato contro il patrimonio, compiuto tramite frode: il truffatore trae illecito profitto per sé (es. farsi dare del denaro) ingannando la vittima, tramite raggiri o "trucchetti". Es. i falsi addetti del gas che vengono a casa per finti controlli e chiedono di essere pagati subito.
Mandato di comparizione: cos’è
È un atto giuridico (lettera) con il quale una persona è chiamata a presentarsi presso un’autorità giudiziaria (polizia, giudice) per dichiarazioni o chiarimenti in merito ad una situazione. Può riguardare un testimone civile/penale o un imputato per interrogatorio.
Rendi visibile il tuo Studio Legale in Internet
e ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)