Avvocato Diritto Commerciale

L'Avvocato del Diritto Commerciale (diritto privato)

Avvocato diritto commerciale: cos'è

Il Diritto Commerciale è un settore del Diritto Privato che si preoccupa di regolamentare le attività esercitate dalle imprese ed i rapporti economici che possono instaurare in maniera privata (con clienti, distributori, fornitori, ecc.) o con gli enti pubblici.
Raccoglie, quindi, una serie di norme che disciplinano la nascita e la gestione di attività imprenditoriali, sia quando si tratta di realtà create da una singola persona (un singolo imprenditore), sia quando sorgono da accordi tra più persone che si uniscono in società, organizzazioni, consorzi vari.
Gli argomenti principali trattati dal Diritto Commerciale ruotano, quindi, intorno alle figure di impresa ed imprenditore e si concentrano su questioni come ad esempio i contratti d'impresa, i casi di fallimento e liquidazione.

Il Diritto Societario è un ramo importante di questa disciplina. Esso punta l'attenzione in modo specifico su costituzione e gestione di società di persone (ad esempio Società Semplici o Società in Nome Collettivo), società di capitali (ad esempio Società a Responsabilità Limitata o Società Per Azioni) e cooperative (ad esempio cooperative sociali).
In questo caso vengono affrontati anche argomenti come fusioni, scissioni, scioglimento di società.

Avvocato Diritto Commerciale: l'Avvocato che si occupa di Diritto Commerciale segue il cliente – sia quando si tratta di un singolo imprenditore, sia quando a richiedere il suo intervento è un'intera società - nel caso in cui risulti necessario affrontare le norme di legge che regolamentano la creazione e la vita stessa di un'attività economica.
La sua consulenza risulta utile per esempio nel momento in cui si vuol fondare un'impresa oppure costituire una società, per riuscire ad individuare esattamente il tipo di realtà più adatto alle proprie esigenze e risorse.


Vedi anche:

Avvocato Diritto Commerciale: Elenco Avvocati e Studi Legali
Impugnazione della sentenza
Impugnare una sentenza significa richiedere una modifica o la cancellazione della decisione presa dal giudice (la sentenza appunto), tramite ricorso, reclamo, appello, ecc, perché la si ritiene errata o ingiusta. L’impugnazione comporta l’avvio di un nuovo grado di giudizio.
Chi è il Pubblico Ministero?
Il P.M. è il magistrato che, in ambito penale, svolge le indagini preliminari. Al termine delle stesse il caso può essere "archiviato" oppure “rinviato a giudizio”; in tal caso, nel conseguente processo penale il P.M. svolge il ruolo di Pubblica Accusa.
Legittima Difesa
Per l’ordinamento giuridico italiano, è legittima difesa quel fatto che viene compiuto in caso di "necessità" al fine di difendere se stessi o altri da un pericolo attuale o da un’ingiusta offesa. Vi è legittimità purché difesa e offesa siano tra loro proporzionali.
Giudice Popolare: chi è
È un cittadino italiano (iscritto in apposito elenco, da cui sarà estratto a sorte) che affianca i due giudici togati nei processi in Corte di Assise e in Corte di Assise di Appello. Il Giudice Popolare prende parte sia alle udienze, sia alle decisioni relative alle sentenze.
Giudice, P.M., Imputato
Giudice: “soggetto super partes”, formula una decisione a fine processo (sentenza);

P.M.: formula l’accusa o più capi di imputazione a carico dell’imputato;

Imputato: colui che è "accusato" dal P.M. e deve difendersi (tramite avvocato difensore).
Rendi visibile il tuo Studio Legale in Internet
e ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)